giovedì 24 gennaio 2013

Tutto nuovo!

Bau a tutti, amici a due e quattro zampe!
Io e i miei padroncini non siamo spariti e non siamo nemmeno sepolti dalla neve (beh, io che sono piccina un pochino sepolta lo sono!), siamo solo molto indaffarati con la nuova casa: papo e mami a tinteggiare e arredare, e io a segnare il territorio in tutto il paese!
Le nostre aspirazioni culinarie sono sospese perché, fino a oggi, eravamo senza cucina: i miei bipedi potevano cucinare solo sulle piastre e con il fornetto, senza un piano di lavoro degno di tale nome. E così abbiamo fatto tante pastasciuttine con il pesto o il sugo rosso che avevano preparato quest'estate, pollo impanato al forno.. ma ovviamente le torte di mami e la fantasia nel creare nuovi piatti sono rimaste in stand-by.
Io non ho più visto la nostra vecchia casa di Torino, a me piaceva tanto perché c'era un bel corridoio e io mi facevo grandi corse inseguita dai miei bipedi. Hanno preferito non portarmi più perché a vedere scatole e scatoloni mi agito, a me piace stare tranquilla in una casa ordinata (o quasi).
La riconsegna delle chiavi è stata dura, me lo ha raccontato Giulia. Papo ha letto un libro, "Abbaiare stanca", di Daniel Pennac (lo consigliamo a tutti, è bellissimo!): parla di un cagnetto non tanto bello, anzi un po' bruttino. I padroni, sapendo che non riusciranno a venderlo perché è brutto, tentano di ucciderlo ma lui si salva e viene adottato da una bimba, che lo adora e pensa che sia il cane più bello del mondo. La casa di Torino era un po' così: i serramenti non proprio nuovissimi, la cucina un po' arrabattata, le piastrelle del pavimento vecchiotte... però lì dentro io, mami e papo abbiamo vissuto quattro anni della nostra vita e del nostro amore, siamo cresciuti insieme, ci siamo voluti bene, abbiamo giocato, riso... Le case, le cose, le persone... non sono belle perché sono belle. Sono belle perché le vediamo con occhi innamorati: per noi tre la casa di Torino era una reggia, e ogni angolino è un ricordo.
Papo ha fatto tutto un discorso che non ho capito tanto, ma magari voi che siete umani lo capite meglio: ha detto che quella casa dava l'idea di una situazione provvisoria, che prima o poi sarebbe cambiata, quasi un prolungamento dell'età universitaria, se non dell'adolescenza. La casa nuova dà l'idea di soluzione definitiva, di stabilità, di maggiore responsabilità. Insomma, papo finalmente sta crescendo, si sente diventare adulto e questo lo spaventa un sacco. E' felice e super sicuro delle sue scelte e non tornerebbe indietro nemmeno per idea. Però ha paura, perché ora si sente un po' più grande. Lo capite? Io lo dico spesso: voi bipedi siete complicati. Comunque io in questi giorni gli do sempre doppia razione di baci!
Vi prometto che tornerò presto, con una ricettina tutta nuova. Ora però torno di là, meglio sorvegliare il montaggio della cucina: è il posto più importante della casa, per noi tre, dev'essere perfetta!
Bau bau a tutti, 
a presto!

Mirty

13 commenti:

  1. BENTROVATIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii a presto!! Sara

    RispondiElimina
  2. Ciao Mirty!!!!Che bella notizia, auguri per la casa nuova , un bacio a presto!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Mirty dolcissima e bellissima, non potevi raccontare meglio le vostre ultime novità. Che felicità per voi e la vostra nuova casa, se può essere di consolazione anche per me è stato così quando sono andata a convivere lasciando al casa dei miei genitori. Per mesi consideravo ancora quella la mia casa e non quella nuova, dove ho iniziato una nuova vita assieme al mio compagno e non riuscivo a sentire mia questa nuova esperienza. Passando il tempo invece mi sono resa conto che come il tuo papo, è normale crescere ed è giusto farlo, non si può rimanere attaccati alla fanciullezza per sempre, deve rimanere in noi il lato fanciullesco ma noi dobbiamo crescere, avere la nostra vita in cui realizzare le nostre aspirazioni :) Tu papo è una persona intelligente e matura e tu sei fortunata ad avere lui a la tua mami che ti amano e si amano :)

    RispondiElimina
  4. Bella la nuova casina! dai che forse anche noi troviamo una nuova Tana!
    aspettiamo le ricettine nuove!
    bacini e leccatine
    buon we!

    RispondiElimina
  5. Mirty, periodo di cambiamenti quindi, rassicura il tuo papo che con il tempo la paura passa e ci si sente meglio.

    Grazie per il suggerimento di lettura, di Pennac ho e letto praticamente tutto ( anche se gli ultimi mi hanno deluso un pò) questo titolo mi mancava.

    Non vi stancate troppo e buona sistemazione :)

    RispondiElimina
  6. Bentornata! Controlla che tutto sia fatto come si deve, mi raccomando!

    RispondiElimina
  7. ciao
    bentornata. Evviva la nuova casa. Il libro "Abbaiare stanca", di Daniel Pennac è veramente bello, mi è piaciuto molto e devo dire che mi è scappata anche qualche lacrima durante la lettura.

    RispondiElimina
  8. Ciaooooo Mirty <3 quante novità!

    RispondiElimina
  9. Ciao Mirty spero che finite presto di sistemare la nuova case e di risentirci con nuove ricettine!!!

    RispondiElimina
  10. Ragazzi è troppo tempo che non ci date notizie! Fatevi sentire!!!!!

    RispondiElimina